• Francesco Mariani

Rimedio naturale per l'ernia al disco con la chiropratica!

Cos’è l’ernia del disco e da cosa è causata?


La colonna vertebrale è composta da 33 vertebre e dai dischi intervertebrali ad esse connessi che le dividono. La funzione della colonna vertebrale è di proteggere il midollo spinale che le passa attraverso. I dischi intervertebrali sostengono il carico gravitazionale e ridistribuiscono Il peso corporeo tra di loro.



Le ragioni principali di un ernia al disco sono due: un carico asimmetricamente per lungo tempo (cattiva postura in ufficio, sedersi in posizioni scorrette etc..) o un improvviso sovraccarico (trauma, incidente stradale, infortunio sportivo etc..). Le ernie possono formarsi in tutta la colonna ma le aree più comuni sono quelle della cervicale, che causano brachialgia, e della lombosacrale, causando la sciatica.

Raccomandazione dall’Organizzazione Mondiale della salute


L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e l’Istituto Superiore della Sanità consigliano di trattare questa patologia con metodi di cura non chirurgici. Allo Studio Chiropratico di Francesco Mariani ci specializziamo nel curare i pazienti con protrusioni ed ernie del disco alla colonna vertebrale con metodi naturali e non invasivi.


Perchè scegliere la chiropratica per l'ernia al disco?


Medici e Chiropratici concordano sull'efficacia del trattamento conservativo dell’ernia discale se effettuato mediante manipolazioni qualificate della colonna vertebrale. Un tempo questa patologia si risolveva solo chirurgicamente, oggi invece è trattata con metodi conservativi.


Le motivazioni principali sono:

1) Sono stati fatti degli studi per vedere quanto sia comune l'ernia discale nelle persone sopra i 40 anni. Oggi è noto che circa il 40% delle persone sopra i 40 anni presentano un’ernia chiaramente visibile dalla risonanza magnetica o dalla TAC ma senza manifestare dolore o altri sintomi. Per questo motivo, anche se fosse presente un’ernia discale, confermata dalla risonanza o TAC, la fonte di dolore può essere un'altra come problemi articolari o muscolari. 2) nei casi in cui il disco sia effettivamente la fonte del dolore, la causa primaria di tale dolore non è necessariamente la compressione delle radici nervose, come si pensava precedentemente, ma l’infiammazione dovuta a materiale fuoriuscito nello spazio epidurale. L’aggiustamento chiropratico riduce l’infiammazione, ed in alcuni casi aiuta a riassorbire il materiale erniato dalla radice del nervo.


3) La Chiropratica reintroducendo l'appropriata funzione spinale e attraverso esercizi mirati riduce l’infiammazione del nervo velocizzando il processo di autoguarigione e diminuisce le possibilità di una recidiva.

Il nostro metodo di cura


La prima visita chiropratica si focalizza sul capire se possiamo prendere in cura il paziente e come poterlo aiutare nella maniera più efficace possibile. Dopo una visita chiropratica accurata con particolare attenzione alla postura, alla schiena, alle funzioni neurologiche, ai test muscolari e alla mobilità del paziente, studiamo gli esami clinici (raggi X, TAC e/o Risonanza Magnetica, elettromiografia, ecografie, esami del sangue, etc..). In base al quadro clinico e alla valutazione del caso spiegheremo quale sia il percorso più efficace e appropriato per il paziente. Se il paziente rientra nel campo di competenza chiropratico riceverà il primo aggiustamento.


Circa il 60% dei nostri pazienti soffre da questi problemi e vengono allo Studio per cercare un rimedio e la cura. Spesso hanno più di un’ernia, hanno fatto varie iniezioni e/o hanno fatto già un’operazione chirurgica che sembrava aver dato sollievo, ma purtroppo il problema si è ripresentato. Il nostro intervento è mirato a ripristinare la normale funzionalità della colonna vertebrale e del sistema nervoso per eliminare alla radice la causa del problema, non solamente a ridurne i sintomi.


Quanto tempo e sedute servono per guarire?


Il numero di sedute, la frequenza e le tecniche da adottare sono differenti per ogni paziente. Alcune persone rispondono alla cura più velocemente di altre. Dipende da quanto tempo esiste il problema e dalla gravità del danno. Alcuni hanno bisogno di essere trattati con una frequenza maggiore, anche tutti i giorni, altri invece possono essere trattati una sola volta alla settimana. In ogni caso la frequenza dei trattamenti tende a diminuire fino ad arrivare a una seduta ogni due/tre mesi per mantenere l’equilibrio e il benessere raggiunto.

Il percorso risolutivo e curativo naturale dell’ernia discale è lungo perché si tratta della compressione e dello schiacciamento meccanico del nervo e dei legamenti adiacenti, che richiede alcuni mesi di terapia per riprendere l’elasticità e la funzionalità.

Solitamente con la chiropratica si nota un sensibile miglioramento della sintomatologia nelle prime quattro settimane di trattamenti ma, affinché la colonna vertebrale torni alla sua funzione ottimale, occorrono generalmente alcuni mesi. Per accelerare il periodo di riabilitazione è importante riprendere l’attività fisica quanto prima, anche solo con brevi camminate.





Bibliografia

  1. Kassidy JD, Thiel HW, Kirkaldy-Willis KW. Side posture manipulation for lumbar intervertebral disc herniation. J Manip Physiol Ther 1993;16: 96-103

  2. Nwuga VCB, Relative therapeutic efficacy of vertebral manipulation and conventional treatment in back pain management. Am J Phys Med 1982;6:273278

  3. Bozzao A,Gallucci M, et al. Lumbar disc herniation: MRI imaging assessment of natural history of patients treated without surgery. Neuroradiol 1992;185:13541

  4. Wiesel SW.A study of computer-assisted tomography:the incidence of positive CAT scans in an asymptomatic group of patients. Spine 1984;9:549-51

  5. Chapman-Smith D. La professione Chiropratica 2004.

  6. Vedi libro “La Professione Chiropratica” pagina 118 .4″

  7. Pope MH, Phillips RB, Haugh LD, et al. A prospective randomized three-week trial of spinal manipulation, transcutaneous muscle stimulation, massage and corset in the treatment of subacute low back pain. Spine.

  8. Triano JJ, McGregor M, Hondras MA, et al. Manipulative therapy versus education programs in chronic low back pain. Spine. 1995;20(8):948-955.

  9. Santilli, V, Beghi E, Finucci S (2006) Chiropractic Manipulation in the Treatment of Acute Back Pain and Sciatica with Disc Protrusion: A Randomized Double-blind Clinical Trial of Active and Simulated Spinal Manipulations, The Spine Journal, in press.

  10. Boos N, Rieder R, Schade V, Spratt KF, Semmer N, Aebi M. 1995 Volvo Award in clinicalsciences. The diagnostic accuracy of magnetic resonance imaging, work perception, and psychosocial factors in identifying symptomatic disc herniations. Spine 1995; 20: 2613-25.


#erniaaldisco #rimedio #sciatica #cervicale #dorsalgia #brachialgia #malealbraccio #maldigamba #contrattura #maldischiena #pisa #lucca #viareggio #prevenireèmegliochecurare #sciatica #chiropratico #chiropractic #FrancescoMariani

46 visualizzazioni

Tel.: +39 351 850 8591

E-Mail: fra.mari.dc@gmail.com 

P.I. 02507960462